Salta al contenuto principale
x

Charleston

Charleston

Il ballo che più influenzò e pose le radici del Lindy hop, inseieme al Break away, è il Charleston, ancora oggi una delle più note danze jazz e swing. Il Charleston nacque come ballo solo, non di coppia, agli inizi del Novecento negli Stati Uniti sui ritmi estremamente veloci del primo hot jazz; ebbe un’enorme diffusione durante gli anni Venti, periodo in cui si espanse e giunse in Francia, nel 1925, grazie alla danzatrice Josephine Baker, e poi in tutta Europa, diventando uno dei simboli dei roaring twenties.

Il Charleston portò con sé, più che qualsiasi altra danza swing, conseguenze culturali importantissime, soprattutto per la condizione femminile; le ballerine di charleston, chiamate flappers dalle frange degli abiti che indossavano, divennero il simbolo dell’emancipazione femminile. Per la prima volta giovani donne, anche di estrazione sociale più elevata, danzavano

da sole nei locali e nelle sale da ballo, senza bisogno di un uomo, i ritmi veloci del charleston portarono anche ad alcune importanti rivoluzioni nella moda dell’epoca, i vestiti divennero più corti e morbidi rispetto agli ingombranti e scomodi abiti usati fino agli anni Dieci, le gambe iniziarono a venire scoperte, si misero via bustini e gabbie per le gonne, nacque il tipico taglio di capelli Bubikopf con il caschetto cortissimo e si diffuse un ideale di bellezza più androgino.